Immagine
 Esame con lampada a fessura (biomicroscopio)

Oculistica
Veterinaria

A cura di
Alessandra Novelli
Medico Veterinario
iscr. Ordine di
Lucca n. 262
Tel. 3474153901
Prenota una visita
 
La SCCED ( Ulcera Superficiale Cronica Spontanea)
L’ulcera cronica spontanea epiteliale, detta anche Ulcera indolente o SCCED dall’ acronimo inglese Spontaneus Chronic Corneal Epithelial Defect )è una patologia che colpisce prevalentemente i cani di razza Boxer ad ogni età, e di tutte le razze in età avanzata. La comparsa di ulcere croniche si verifica anche nel gatto, frequentemente associata ad infezioni da Herpevirus felino.
Si presenta come un ulcera corneale superficiale che non si estende allo stroma sottostante, ed è caratterizzata dalla presenza ai bordi di epitelio irregolare e rialzato.
Queste lesioni tendono a persistere per molte settimane o mesi e possono essere dolorose in mondo variabile.
Alcuni animali manifestano minimi segni di fastidio ma la maggior parte invece mostra dolore intenso con abbondante lacrimazione, ammiccamento, fastidio alla luce ( fotofobia), fino ad arrivare alla formazione di vasi corneali con perdita di trasparenza per la comparsa edema corneale.
Il dolore deriva dal fatto che interrompendosi l’ epitelio, cioè lo strato più superficiale della cornea, rimane scoperta la fitta innervazione corneale che si trova subito al di sotto.
La diagnosi a volte richiede l’applicazione della Fluoresceina, un colorante verde che si fissa allo stroma evidenziando lo zone dove l’epitelio è manacante.
La terapia per le ulcere indolenti può essere talvolta lunga e frustrante. Ad un primo approccio più semplice, che si basa sulla pulizia del bordo corneale e l’applicazione di alcuni colliri, deve in un certo numero di casi seguire una terapia chirurgica associata che prevede la stimolazione di una reazione attraverso varie tecniche ( Cheratotomia Puntata, Cheratotomia a Griglia…). La più recente prevede l’utilizzo di una fresa corneale che attraverso una punta diamantata ripulisce bene i bordi della lesione asportando tutto l’epitelio difettoso e favorendo così la ricrescita di epitelio sano.
Validi ausili nella terapia delle SCCED sono anche l’uso del siero omologo e di lenti a contatto morbide

CONTENUTI

PATOLOGIE (44)


FOTOGRAFIE

Chirurgia (3)
Patologie (23)
Visita (2)